Sezione femminile

Il volontariato della sezione femminile, dal 1982, anno di fondazione, è rivolto alla "persona" e alla sua educazione intesa come "relazione di aiuto attivo" per cui, non solo riconosciamo gli altri e li accogliamo, ma li aiutiamo anche ad essere sempre più profondamente se stessi: coscienti, liberi, coerenti.

In questa prospettiva assumono un particolare significato l'ascolto e il dialogo che permettono al volontario di condividere la condizione dei prossimo, contemporaneamente di crescere nella comprensione degli altri e di se e di portare aiuto alle persone che incontra, quelle persone che vivono situazioni di difficoltà determinate dalla presenza di handicap, di malattie, di svantaggi culturali, dell'appartenenza ad etnie e culture diverse dalla nostra, dall'emarginazione, dalla miseria e dalla vecchiaia.

Per concretizzare questa relazione d'aiuto o di solidarietà sono stati realizzati interventi attivi e perseveranti, individuali e comunitari.

Arciconfraternita
della
Misericordia
di Prato